Lago-Garda-cavedani-mosca

22/08/2019

Lago di Garda 2019: i cavedani a mosca secca

Ho sempre pescato sul lago di Garda in zona Lazise a streamer, da riva, a caccia di persici, persici reali, bass ed eventuali lucci. Ma il lago non è popolato di soli predatori, infatti anche i ciprinidi come cavedani, carpe e tinche, possono essere un ottimo obiettivo!

Da quest’anno, in compagnia dell’amico Martino ho iniziato a dedicarmi alla pesca a mosca secca dei grossi cavedani che popolano le spiaggie di ghiaia del basso lago, spostandomi un po’ più su di Lazise, tra Cisano e Bardolino. È una pesca che mi ha preso tantissimo fin da subito, pesci a vista, in acque libere, pesci veri, autoctoni, ma sopratutto: a secca! Il periodo migliore è la primavera, ma poi ci si dilunga fino a metà estate, si pesca alla mattina presto, dalle prime luci dell’alba fino a quando il sole comincia a battere sul lago. Dopo di che, il sole, i turisti, chi corre, chi passeggia... i pesci si allontanano da riva e fine dei giochi. Per questo è importante giocarsi bene le chance che ci si presentano alle prime luci. Infatti questo bellissimo ciprinide alla mattina presto è calmo e tranquillo nelle acque basse delle rive del lago, intento a cibarsi di chironomi, effimere e tutto ciò che può cadere da alberi e canneti a ridosso del lago.

L’attrezzatura che utilizzo è una canna Maxia MX misura 8’6” coda #4 armata di un mulinello Alfa Reel 3+ che porta una coda Cortland Trout Finesse II WF4F galleggiante, In modo da ottenere col minimo sforzo la massima distanza, ed al contempo una posa più delicata possibile. Si può pescare sia a piede asciutto, sia mettendosi i wader per entrare leggermente e raggiungere le bollate più distanti, ed è consigliato avere uno stripping basket per raccogliere la coda in modo che questa non vada ad incastrarsi tra i sassi in fase di recupero.

Per quanto riguarda gli artificiali ed i tippet, cambiano a seconda di come troviamo i pesci. Se vediamo che non sono intenti a bollare costantemente su insetti in schiusa, vado con tippet dello 0,14-0,16-0,18 utilizzando mosche da caccia sia in battuta sia muovendola leggermente dopo averla posata, una killer in questo campo è la Eddie’s Bugger che potete trovare nella sezione terrestrial dello shop. Mentre quando sono intenti a bollare, la cosa si fa un po’ più fine e complicata, ed utilizzo tippet dello 0,12-0,10 con mosche più piccole e fini tipo l’Effimera Bianca, la March Brown, e la mitica Formica Alata sia sul #18 che sul #16.

Il tutto rispecchia comunque le regole base del fly fishing per insidiare i cavedani nei laghi, ovvero con terrestrial, formiche, ed effimere. Una pesca che può sembrare banale ma che così non è, e che se si fanno tutte le cose fatte bene ci permette di catturare, sia il cavedano di grandi dimensioni, ma anche scardole, persici sole, e alle volte anche bass! Il tutto all’insegna del catch and release, nel più grande lago d’Italia! 

Pesca-cavedano-lago-garda

 

Mosca-cavedano-lago-garda

 

Terrestrial-cavedano-lago

 

Mosca-cavedani-lago-garda

 

Pesca-cavedani-lago-garda

 

Eddie-s-bugger-cavedani

 

Pesca-cavedani-lago-mosca

 

Pesca-scardole-lago-garda

 

fly-fishing-garda-lake